WordPress 3.2

Ed eccoci qui ad aggiornare i nostri blog alla nuova release di WordPress.

La versione è la 3.2 (codename “Gershwin”) ed è la quindicesima major release. Le migliorie apportate sono tutte focalizzate a rendere il tutto molto più veloce, più leggero e più snello.

Da ieri mattina ho svolto qualche piccolo test e ricerca per capire quali siano i nuovi punti di forza di questa nuova versione di WordPress. Vediamo un po’.

Uno dei cambiamenti tecnici più grandi WordPress 3.2: Questa versione abbandona ufficialmente il supporto per le vecchie versioni di PHP e MySQL. I nuovi requisiti intendono che PHP 4 e MySQL 4 non saranno più supportati.

Questa è una buona cosa. PHP 5 e MySQL 5 sono stati entrambi disponibili dal 2005, e WordPress è in realtà uno degli ultimi più importanti software web ad abbandonare il supporto per le vecchie versioni. Anche se WordPress 3.2 non deve effettivamente fare qualcosa che richieda PHP 5, questo è il primo passo in quella direzione. Trasferirsi su PHP 5 e MySQL 5 significa che le future versioni di WordPress potrebbero essere più leggere, usare più nuove funzionalità ed essere meglio ottimizzate favorendo le prestazioni.

I nuovi requisiti di base sono PHP 5.2.4 e MySQL 5.0. La popolarità di WordPress e il fatto che la squadra ha dato l’annuncio dello switch con un anno di anticipo significa che i maggiori host che non supportavano già le versioni più recenti di MySQL e PHP hanno avuto la possibilità di aggiornarsi.

È possibile scoprire se il vostro server web soddisfi i requisiti minimi mediante l’installazione del plugin HealtCheck. Semplicemente vi ritornerà quali versioni di PHP e MySQL sono in esecuzione sul vostro host e se soddisfino i system requirements per WordPress 3.2.

In modo simile, WordPress.org sta seguendo le orme di WordPress.com e di abbandonare il supporto per Internet Explorer 6. Supportare IE 6 è da tempo una lotta. Molte delle nuove funzionalità e aggiunte semplicemente non funzionano un gran che bene con il vecchio browser.

È possibile caricare la dashboard di WordPress con IE 6 ma sarà di difficile utilizzo. Per gli utenti aziendali che sono ancora costretti ad usare IE 6 sul posto di lavoro, possono utilizzare questo stratagemma per convincere i vostri sysadmin ad allontanarsi da IE 6 in favore di moderni browser come Google Chrome, Firefox, Opera, Safari o Internet Explorer 9.

Una delle innovative caratteristiche in WordPress 3.2 è il nuovo tema di default, Twenty Eleven.

Quando WordPress 3.0 è stato rilasciato lo scorso anno, è stato abbinato ad un nuovo tema di default, Twenty Ten. Al momento, il team di WordPress si è posto l’obiettivo di introdurre un nuovo tema di default ogni anno.

Twenty Eleven è il successore spirituale del tema Duster per gli utenti e WordPress.com WordPress.org. Duster è stato sviluppato dal gruppo di Automattic (la gente dietro WordPress.com) ed è stato uno dei temi più impressionanti sia a livello visivo che a livello tecnico.

Twenty Eleven ha preso quello che era Duster e lo ha migliorato, rendendolo più stabile e robusto. Visivamente, il tema è pulito e moderno e supporta un layout che risulterà leggibile su di un telefono, un monitor iPad od un desktop di varie dimensioni.

La grande caratteristica di WordPress 3.2 è l’aggiunta di un nuovo modo di scrivere senza distrazioni. Quando gli utenti passano alla modalità a schermo intero, sono trasportati in un nuova modalità di scrittura che mira a tagliare il distrazioni rendendo più facile per gli utenti “scrivere e basta”.

E’ una bella caratteristica, in particolare per gli utenti che non amano essere distratti da barre laterali, menu ed opzioni. Inoltre, la funzione è abbastanza intelligente per consentire comunque agli utenti di accedere a varie parti dell’interfaccia di pubblicazione.

Visivamente, il backend di WordPress ha ricevuto una importante revisione. Questo è il primo grande cambiamento di interfaccia utente dal momento che WordPress 2.7 è stato rilasciato nel 2008. La nuova dashboard è più pulita, più snella e l’interfaccia è stata alleggerita.

Le modifiche sono sottili, ma l’effetto reso è qualcosa che sembra più professionale e più lucido. WPCandy ha messo insieme una completa galleria del “prima e dopo la cura” evidenziando i cambiamenti di interfaccia.

E voi, avete aggiornato?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: