archivio

Microsoft

Symantec Backup Exec 2010 R2

Tutto nasce dalla esigenza di aggiornare l’ottimo Symantec Backup Exec 2010 R2 alla versione 2014 SP2 per questioni di compatibilità con Microsoft Exchange 2013.
Per ovvie ragioni di sicurezza, e profonda malfidenza, stavo cercando un modo per esportare le liste di selezione di Bakcup Exec 2010 R2 e di creare un foglio excel ma non vedevo questa opzione disponibile.

Ravanado (termine tecnico) nell’internet ho torvato un modo per interrogare il database di Backup Exec (BEDB) e di esportare gli elenchi di selezione di backup in un foglio Excel esterno.

  • Verificare che Microsoft Office Excel sia installato sul proprio pc
  • Aprire l’applicazione Excel
  • Fare clic sul menu Dati
  • Cliccare su “da altre origini“, quindi selezionare “Da SQL Server“. si apre la “Connessione guidata dati
  • Immettere il nome del server: BackupExecMediaServerName\BKUPEXEC
  • Selezionare come credenziali di accesso a “Usa autenticazione di Windows” e fare clic su “Avanti
  • Selezionare il database BEDB
  • Controllare che sia selezionata l’opzione “connetti a una tabella specifica
  • Selezionare la seguente vista: “vwScriptPropertiesBackup” e cliccare su “Avanti
  • Lasciare tutti i parametri invariati nella finestra “Salva file di connessione dati e chiudi” e fare clic su Fine
  • Fare clic su OK nella finestra “Importa dati“. Si aprirà il foglio Excel con tutti i dettagli. La colonna “ScriptName” elenca i nomi di tutti i jobs, tra cui i processi di backup
  • La tabella può essere poi ordinata per DeviceSelectionName, PathName e FileName per elencare i dettagli di selezione per cartelle e file

Bisogna solo effettuare le operazioni sopra elencate ponendo attenzione al fatto che Excel deve avere accesso ai driver ODBC per database SQL.

Questi passaggi permettono di accedere al database in sola lettura, quindi il database non verrà modificato o alterato in alcun modo.

Annunci

Se avete seguito le Microsoft’s Best practices for Folder Redirection per il reindirizzamento delle cartelle utente, avete accettato le impostazioni predefinite e permesso al sistema di creare le cartelle.

Il problema è che per impostazione predefinita l’opzione concedi all’utente i diritti esclusivi per la cartella Documenti è selezionata, con la seguente conseguenza (Technet library article):

If you select this check box, the user and the local system have full control over the folder, and no one else, not even the administrator, has any rights to it. If you clear this check box, no changes are made to the permissions on the folder. Whatever permissions are in effect by default remain in effect.

Questo significa che, se avete già parecchi reindirizzamenti di cartelle Documenti impostati in quel modo e che avete bisogno di accedervi, siete un filo sfortunati. L’unico modo documentato per riottenere l’accesso a queste cartelle è quello di ottenere la proprietà di ogni singola cartella e modificare manualmente le autorizzazioni per dare al gruppo Administrators controllo completo. Spulciando l’internet ho trovato un modo migliore.

Read More