The WordPress.com Blog

Once in a while, it’s important to stop, catch your breath, and look at your accomplishments before you move on to the next thing — to put a stake in the ground that says, “I made it this far!”

Today, we’re rolling out a couple of notifications to help you celebrate your blog activity milestones. From now on, whenever you hit a milestone for how many followers your blog has (5, 10, 20, 50, 100 and beyond), you’ll get a badge:

We also created badges to celebrate when you receive lots of likes from visitors:

In addition to celebrating your achievements, we wanted to notify you when you’ve had a particularly good day for receiving likes or new followers. From now on, we’ll let you know of your best days for such activity:

Keep in mind that we’ve only started counting your best days this March.

We all blog for different…

View original post 54 altre parole

Annunci

Mentre la notizia che Path caricava la vostra intera rubrica sui propri server, senza nessuna notifica all’utente, è stato uno shock, è arrivata una sorpresa ancora più grande. Altre società hanno ammesso di fare la stessa identica cosa. Instagram, che adottava essenzialmente la stessa “pratica”, ha elegantemente evitato un disastro rilasciando prontamente un aggiornamento che include un upgrade alle norme di privacy. E la cosa preoccupante è che non è l’unica società a raccogliere dati senza avvertire gli utenti. Ora anche Twitter ha ammesso di memorizzare gli indirizzi email ed i numeri di telefono dei vostri contatti se viene utilizza la funzione “Trova amici”.
Read More

Finalmente Flipboard, la popolarissima app di newsreading per iPad, sbarca oggi su tutti gli iPhone e lo fa con un comunicato dell’intero team sul blog ufficiale.

L’applicazione, che unisce feed provenienti da fonti ufficiali e social network in un formato magazie-like, è stata riprogettata in modo da venire incontro alle esigenze dei lettori di news su iPhone.

Flipboard ha snellito il suo formato a piastrelle in un unico stack in cui gli utenti posso muoversi non da destra a sinistra ma dall’alto verso il basso, cosa che, secondo Mike McCue (CEO), risulta molto più naturale per gli utilizzatori dello smartphone di Cupertino.

Read More

Ci sono poi giorni in cui guardi indietro e ti vedi come uno di quei dischi vecchi che hai sentito molte volte ma ora sono a prendere polvere.

Dischi che a prima vista sono perfetti ma che alla luce portano i segni di mille ascolti, solchi longitudinali che interrompono una perfetta armonia.

Devi conviverci con questi solchi, devi trasformare quei leggeri “salti” in un qualcosa che non penalizzino l’ascolto.

Non esiste rimedio per questi graffi. Puoi solo, lentamente, abituare l’orecchio ad una nuova melodia simile a quella originale, non uguale. Può scaturirne un nuovo suono, sporco, è vero, ma non per questo più scadente.

La tua nuova versione, col tempo, potrebbe essere anche più bella di quella originale ma questo tu non puoi dirlo, tu sei di parte. Lascia che a giudicare sia lei. Lascia che lei ascolti questo disco e che sia lei a reinnamorarsene.

(originalmente pubblicato qui)